CCB - CINEBABEL - BRASIL
 

Circolo del cinema di Bellinzona

casella postale 1202

CH-6500 Bellinzona

7 SETTEMBRE -

9 OTTOBRE 2018

CINEBABEL

BRASIL

 
  1. BARRAVENTO

  2. DEUS E O DIABO NA TERRA DO SOL
    IL DIO NERO E IL DIAVOLO BIONDO

  3. TERRA EM TRANSE
    TERRA IN TRANCE

  4. O DRAGÃO DA MALDADE CONTRA O SANTO GUERREIRO
    ANTONIO DAS MORTES

  5. SÃO BERNARDO

  6. BIRDWATCHERS – LA TERRA DEGLI UOMINI ROSSI

  7. BOI NEON
    NEON BULL

  8. AQUARIUS

  9. MÃE SÓ HA UMA
    DON’T CALL ME SON

  10. ARÁBIA
    ARABY

  11. COMO NOSSOS PAIS
    JUST LIKE OUR PARENTS

  12. FAVELA OLIMPICA

  13. FERRUGEM
    RUST

ARÁBIA
ARABY

Brasile 2017
Affonso Uchoa, João Dumans

Con Aristides de Sousa, Murilo Caliari, Gláucia Vandeveld, Renata Cabral…
Colore, v.o. portoghese, st. f, 97'

André è un ragazzo che vive col suo fratellino nel quartiere di Ouro Preto a Minas Gerais, vicino a una vecchia fabbrica di alluminio. Un giorno, un operaio della fabbrica è vittima di un incidente. Si tratta di Cristiano, un estraneo al quartiere. André scopre a casa sua un quaderno in cui Cristiano ha raccontato la storia della sua vita errabonda, fatta di lavori umili e faticosi. Attraverso le parole di Cristiano, il film ci racconta la storia di un uomo ordinario destinato alla solitudine.


La maggior parte del film si materializza nella messa in scena di questo testo trovato da André: un manoscritto che si trasforma nella mappa interiore di un operaio disposto a morire di pena (…) Il film si sviluppa tra la polvere e le macchine delle fabbriche, ma è la musica che gli conferisce splendore, rimandando ai film sovietici di Marlen Khutsiev (in particolare a La primavera in Via Zarechnaya). Inevitabilmente ricorda la narrazione archetipica del cinema sovietico in cui l'operaio di quando in quando si lascia sedurre dalla soavità della musa. E proprio in questi momenti, il film si trasforma, passando da un fotogramma all'altro, cessando di essere un film oscuro e convertendosi nella delicata romanza promessa dal titolo.

(Oscar X. Illingworth, in www.cinemaldito.com)